Una tavola rotonda per l’apicoltura, il paesaggio e la biodiversità

Venerdì 20 maggio 2016 alle ore 17:00 presso la Sala Consiliare del Comune nel suggestivo borgo di Panicale in Umbria si svolgerà la tavola rotonda “Paesaggio e biodiversità. Focus sul ruolo della nuova apicoltura”, organizzata dal Comune di Panicale, FELCOS Umbria, APAU (Associazione Produttori Apistici Umbri) e APIMED (Federazione Apicoltori del Mediterraneo) nel quadro del progetto “Mediterranean CooBEEration, una rete per l’apicoltura, la sicurezza alimentare e la biodiversità” finanziato dall’Unione Europea. La tavola rotonda si svolgerà nell’ambito di “Mielamore a…Panicale!”, un evento dedicato ad ambiente, biodiversità e cultura eno-gastronomica  organizzato dalla Cooperativa Effetto Natura onlus e dallo stesso Comune di Panicale.

La tavola rotonda rappresenterà uno spazio di confronto e discussione tra istituzioni locali e regionali, apicoltori, ricercatori, organizzazioni internazionali, associazioni di categoria, gruppi ambientalisti e semplici cittadini sull’importanza di realizzare strategie partecipate di salvaguardia della biodiversità e del paesaggio, riflettendo nello specifico sul ruolo fondamentale che da questo punto di vista possono ricoprire le api e l’apicoltura, un’attività ancestrale che è non soltanto importante per l’aspetto produttivo e della generazione di reddito ma anche sostanziale da un punto di vista della protezione ambientale: responsabili dell’impollinazione del 75% delle piante coltivate e del 90% della piante selvatiche del nostro pianeta, le api sono anche riconosciute a livello scientifico come dei veri e propri bioindicatori in grado di misurare e monitorare lo stato di salute di un territorio.

Durante la tavola rotonda verrà presentata la “Campagna CooBEEration” e si discuterà dell’iniziativa “Comuni amici delle api”che ha l’obiettivo di promuovere l’impegno da parte dei Comuni di tutta l’area mediterranea a realizzare azioni concrete di riqualificazione dei territori attraverso la tutela delle api e la valorizzazione dell’apicoltura.