Acqua

L'attività di Arpa

In tema di acqua Arpa Umbria fornisce alla Regione Umbria il supporto in materia di monitoraggio, valutazione e controllo delle acque superficiali e sotterranee, in attuazione delle principali norme europee e nazionali.

  • Monitoraggio qualitativo e quantitativo dei corpi idrici superficiali e sotterranei, attraverso reti di monitoraggio in discreto e in continuo, per la valutazione della qualità dei principali corpi idrici presenti sul territorio regionale, in attuazione delle norme di tutela vigenti;
  • Monitoraggio degli impianti di trattamento di acque reflue urbane per la verifica del rispetto dei requisiti di cui alla Direttiva 91/271/CE, al D. Lgs. 152/06 e alla Disciplina regionale degli scarichi;
  • Controlli degli scarichi di attività produttive, in relazione all'impatto, diretto o indiretto, degli stessi rispetto al raggiungimento o mantenimento degli obiettivi di qualità dei corpi idrici;
  • Analisi e valutazioni, attraverso l'elaborazione dei dati provenienti dalle attività di monitoraggio e controllo, finalizzate alla valutazione dello stato dei corpi idrici della regione, all'individuazione delle criticità, dei fenomeni in atto e dei trend evolutivi;
  • Controlli ambientali delle acque minerali;
  • Archiviazione e gestione dell'informazione, attraverso la predisposizione di un Centro di Documentazione delle Acque ovvero di un sistema integrato di archiviazione informatica e gestione dei dati e delle informazioni attinenti la matrice acqua. Il Centro di Documentazione si occupa inoltre della trasmissione dei risultati delle attività di monitoraggio e dei dati ambientali sia verso i soggetti istituzionali (Regione, Ministero dell'ambiente, Comunità Europea) sia per finalità di divulgazione a scala locale e nazionale;
  • Partecipazione a tavoli tecnici interagenziali e a gruppi di lavoro nazionali per la definizione di metodologie e strategie di intervento comuni a scala nazionale, oltreché per la definizione delle modalità di attuazione di norme comunitarie e nazionali;
  • Supporto tecnico alla Regione Umbria e agli altri soggetti istituzionali per la redazione dei Piani di tutela e gestione della risorsa idrica e per la stesura di norme tecniche di settore;
  • Vigilanza e Controllo in attuazione di programmi annuali o su esposti e segnalazioni;
  • Studi di approfondimento di tematiche specifiche inerenti la matrice acqua.

Riferimenti normativi


Normativa comunitaria


Normativa comunitaria

DIR_2009/128/CE che istituisce un quadro per l'azione comunitaria ai fini dell'utilizzo sostenibile dei pesticidi

DIR_2009/90/CE che stabilisce, conformemente alla Direttiva 2000/60/CE, specifiche tecniche per l'analisi chimica e il monitoraggio dello stato delle acque

DIR_2008/105/CE relativa a standard di qualità ambientale nel settore della politica delle acque, recante modifica e successiva abrogazione delle direttive del Consiglio 82/176/CEE, 83/513/CEE, 84/156/CEE, 84/491/CEE e 86/280/CEE, nonché modifica della direttiva 2000/60/CE del Parlamento europeo e del Consiglio

DIR_2006/118/CE sulla protezione delle acque sotterranee dall´inquinamento e dal deterioramento

DIR_2006/7/CE relativa alla gestione della qualità delle acque di balneazione e che abroga la direttiva 76/160/CEE

DIR_2000/60/CE che istituisce un quadro per l´azione comunitaria in materia di acque

DIR_98/83/CE concernente la qualità delle acque destinate al consumo umano

DIR_91/676/CE relativa alla protezione delle acque dall´inquinamento provocato dai nitrati provenienti da fonti agricole

DIR_91/271/CE concernente il trattamento delle acque reflue urbane

 





Normativa nazionale


Normativa nazionale

D.lgs 219/2010 "Attuazione della direttiva 2008/105/CE relativa a standard di qualità ambientale nel settore della politica delle acque, recante modifica e successiva abrogazione delle direttive 82/176/CEE, 83/513/CEE, 84/156/CEE, 84/491/CEE, 86/280/CEE, nonché modifica della direttiva 2000/60/CE e recepimento della direttiva 2009/90/CE che stabilisce, conformemente alla direttiva 2000/60/CE, specifiche tecniche per l'analisi chimica e il monitoraggio dello stato delle acque.

DM 260/2010 Regolamento recante i criteri tecnici per la classificazione dello stato dei corpi idrici superfi ciali, per la modifi ca delle norme tecniche del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, recante norme in materia ambientale, predisposto ai sensi dell'articolo 75, comma 3, del medesimo decreto legislativo.

D.lgs 30/2009 Attuazione della direttiva 2006/118/Ce, relativa alla protezione delle acque sotterranee dall'inquinamento e dal deterioramento

DM_56/2009 "Regolamento recante «Criteri tecnici per il monitoraggio dei corpi idrici e l'identificazione delle condizioni di riferimento per la modifica delle norme tecniche del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, recante Norme in materia ambientale, predisposto ai sensi dell'articolo 75, comma 3, del decreto legislativo medesimo»."

D.lgs 152/2006 "Norme in materia ambientale"

D.lgs 195/2005 "Attuazione della direttiva 2003/4/CE sull´accesso del pubblico all´informazione ambientale"

D.M. 19/08/2003 "Modalità di trasmissione delle informazioni sullo stato di qualità dei corpi idrici e sulla classificazione delle acque"

D.M. 18/09/2002 "Modalità di informazione sullo stato di qualità delle acque, ai sensi dell´art. 3, comma 7, del decreto legislativo 11 maggio 1999, n. 152"

D.lgs 31/2001 "Attuazione della direttiva 98/83/CE relativa alla qualità delle acque destinate al consumo umano.

D.lgs 152/99, come integrato e modificato dal D.lgs 18 agosto 2000 n 258, recante "Disposizioni sulla tutela delle acque dall´inquinamento e recepimento della direttiva 91/271/CEE concernente il trattamento delle acque reflue urbane e della direttiva 91/676/CEE relativa alla protezione delle acque dall´inquinamento provocato dai nitrati provenienti da fonti agricole.

L. 36/94 "Disposizioni in materia di risorse idriche"

L 183/89 "Norme per il riassetto organizzativo e funzionale della difesa del suolo"

D.P.R. 470/82 "Attuazione della direttiva 76/160/CEE del 8 dicembre 1975 concernente la qualità delle acque di balneazione

 

 



Normativa regionale


Normativa regionale

 

DGR 424 aprile 2012 DGR n. 424 del 24 aprile 2012 concernenete "Direttiva Tecnica Regionale: Disciplina degli scarichi delle acque reflue"
DGR 423 aprlie 2012 DGR n. 423 del 24 aprile 2012 concernenete "Adeguamento cartografico delle tavole 4 e 14 del Piano Regionale di Tutela delle Acque e pubblicazione della tavola 15 "Bacini idrografici soggetti a specifici valori limite di fosforo e azoto" a seguito delle decisioni assunte con deliberazione della Giunta regionale 9 gennaio 2012, n. 2."
DGR 28 settembre 2010, n. 1330 "DGR n. 393 dell'8 marzo 2010 concernenete "Zona vulnerabile ai nitrati di origine agricola di Petrignano di Assisi: riadeguamento della perimetrazione e nuovo programma di Azione" - modifiche

LR 25 2009 PTA Norme attuative in materia di tutela e salvaguardia delle risorse idriche e Piano regionale di Tutela delle Acque

DGR 2008, n. 1904 Scarichi

DGR 1758-2010 Scarichi

DGR 2 agosto 2006, n.1423 Direttiva tecnica regionale "Utilizzazione agronomica delle acque di vegetazione e delle sanse umide dei frantoi oleari"

DGR 6 settembre 2006, n.1492 Direttiva tecnica regionale "Utilizzazione agronomica degli effluenti di allevamento; delle acque reflue provenienti dalle aziende di cui all'art. 101, comma 7, lettere a), b) e c) del D.lgs 152/06 e da piccole aziende agroalimentari; dei fanghi provenienti dagli impianti di depurazione di cui al D.lgs 99/92; dei reflui delle attività di piscicoltura"

DGR 7 dicembre 2005, n. 2052 Programma di azione per le zone vulnerabili da nitrati di origine agricola

DGR 19 luglio 2005, n. 1201 D.lgs 152/99, art. 19. Designazione e perimetrazione di ulteriori zone vulnerabili da nitrati di origine agricola, revisione delle zone vulnerabili da nitrati già designate"

 

linkPiano di Tutela delle Acque della Regione Umbria