Rifiuti urbani 2014 - dati

Arpa Umbria, sede della Sezione regionale del Catasto dei rifiuti, acquisisce ogni anno via web i dati sulla produzione, raccolta differenziata e gestione dei rifiuti urbani da Comuni, gestori dei servizi di raccolta e gestori degli impianti.
I dati acquisiti vengono sottoposti ad un’accurata verifica ed elaborazione, secondo criteri di calcolo stabiliti dalla Giunta Regionale coerentemente con la normativa italiana e vengono infine validati in sede di Osservatorio Regionale Rifiuti (istituito con L.R. 11 del 2009) e approvati dalla Giunta Regionale.



I dati

In Umbria nel 2014 sono state prodotte 484.483 tonnellate di rifiuti urbani, quantitativo inferiore di circa 3 mila tonnellate rispetto all’anno precedente.
La produzione media pro capite è 508 kg/ab, ed è composta per 257 kg/ab dai rifiuti della raccolta differenziata e per 251 kg/ab dai rifiuti non compresi nella raccolta differenziata.  A scala di ambito territoriale, ATI 1 ha la produzione pro capite più bassa, 491 kg/ab, mentre la produzione pro-capite più alta è quella di ATI 3, pari a 547 kg/ab. Il risultato migliore nel 2014 è raggiunto da ATI 2 che ha la raccolta differenziata pro capite più elevata e quella dei rifiuti non differenziati più bassa.
La percentuale di raccolta differenziata ha superato il 50%, con un incremento di 2,1 punti percentuali rispetto all’anno precedente; viene quindi confermato il trend crescente anche se l’incremento registrato nel 2014 risulta più contenuto rispetto a quelli osservati negli ultimi 4 anni.
La percentuale di raccolta differenziata più alta è ottenuta da ATI 2 che con un incremento di 3,2 punti percentuali raggiunge il 60%, ATI 1 con un modesto incremento raggiunge 51,4% , mentre ATI 3, nonostante un incremento di quasi 3 punti percentuali, rimane ancora nel 2014 al 43,4%; ATI 4 rimane sotto il 40%, percentuale di raccolta differenziata più bassa a scala di ambito.





 Dati rifiuti 2014